lunedì 20 settembre 2010

IL BAMBINO DI ADRO


Quanto costerà togliere tutti quei simboli, oltre 700 disseminati tra posaceneri, tappetini, banchi e muri?
La voce più consistente sarà di certo il rifacimento del tetto, dove campeggiano due giganteschi Soli del diametro di otto metri ciascuno: per cancellarli e ritinteggiare la struttura si prevedono circa 10mila euro.
Forse non servirà sostituire i banchi, costati oltre 500mila euro: basterà magari coprire i simboli leghisti. Ma di certo andranno cambiati i cestini, per la raccolta indifferenziata e normale (costati 6.500 euro in tutto). E di sicuro bisognerà comprare nuovi zerbini per gli ingressi, anche se la spesa sarà inferiore a quella sborsata per acquistare quelli attuali con il Sole delle Alpi stampato sopra, verde brillante su sfondo nero. L'amministrazione ha pagato 7.500 euro per soli dieci zerbini: ovvio, dal momento che l'azienda produttrice ha dovuto creare uno stampo apposito con il simbolo della Lega. (fonte: corriere della sera)

25 commenti:

Panty ha detto...

Gli zerbini li lascerei.

Ma vuoi mettere il godimento di arrivare d'inverno,con le scarpe infangate e pulirle strofinandole con forza su una bandiera della Lega da 750 Euro.

Inoltre è più comodo che pulirsi il culo con il tricolore e puoi farlo tranquillamente in pubblico.

ilpoeta ha detto...

Effettivamente hai ragione...ma perchè mettersi al loro stesso livello?

Anonimo ha detto...

Vivete un po' male però, eh?

Attila ha detto...

All' imbecillità non c'è limite e la mamma degli imbecilli è, purtroppo, sempre incinta!
Su chi cadranno le spese di tutta questa sceneggiata? Sulla comunità che, povero somaro, non si lamenta mai. Invece dovrebbe essere il sindaco e la lega a pagare.
Altro che amministratori della lega capaci. Io vedo solo che il bene pubblico è sperperato.

Anonimo ha detto...

Tutte le spese di "pulitura" degli stemmi li dovrebbe pagare la mamma col burqa...... in fondo è colpa sua e della sua religione di sottomissione agli uomini (se così li vogliamo chiamare!).
Bravo sindaco, le amministrative le ha vinte la Lega Nord e il comune decide come spendere i soldi dei suoi elettori.....
Chi non si adegua può tornare al suo paese, qui si starebbe molto meglio!!
PADANIA AI PADANI

PADANO ha detto...

via tutti gli stranieri dall'italia, ANCHE QUELLI DA ROMA IN GIù.

ilpoeta ha detto...

Ragazzi facciamo i bravi...e soprattutto prima di commentare contiamo fino a 100 :-)

Anonimo ha detto...

Ma che cavolo di posto è questo?
Se si commenta a favore del sindaco di Adro si viene insultati e sbeffeggiati se invece si insultano la Lega e i leghisti ooooohh siamo tutti bravi e buoni. E' questa la Vostra democrazia?
Pensavo ci fosse libertà di esprimere la propria opinione senza essere insultati.
Andate tutti a rileggere Voltaire, io vado a leggere qualcosa di più tranquillo.
serena

ilpoeta ha detto...

Cara Serena, in questo blog non ho mai censurato nessun commento e non ho mai insultato nessuno, ho solo invitato ad esprimere il proprio pensiero in modo meno "volgare" e più costruttivo...

Panty ha detto...

Poe,è giusto.
Perchè mettersi sul loro livello ???

Emiliano ha detto...

ASSOLUTAMENTE PATETICO il sindaco e chi gli ha contribuito a questa pagliacciata in stile ventennio fascista.....mò le spese per cambiare tutto le paga lui???

attilio di arcore ha detto...

è giusto che la popolazione di Adro paghi tutti i costi per la rimozione dei simboli l(S)egaioli. Loro hanno scelto degli imbecilli per governarli... che ora ne paghino le conseguenze. p.s. nulla di prodotto a brescia e provincia entra più in casa mia.

PADANO ha detto...

x attilio da arcore
Visto che sei di arcore e non vuoi più niente di brescia e provincia, probabilmente sei un immigrato dalla terronia o addirittura da chissà dove...........
tornatene a casa, qui in lombardia non fa per te!
PADANIA AI PADANI

Anonimo ha detto...

La Padania è un neologismo creato da Gianni Brera negli anni sessanta...geograficamente e storicamente non esiste ne è mai esistita, semmai è il caso di usare il termine "Gallia cisalpina" e "Gallia transpadana"...quindi tutta la demagogia politica della Lega si basa sul nulla...

Anonimo ha detto...

PADACHECOSA?
Non esiste nessuna "padania" (ne geograficamente tantomeno politicamente) in italia; esistono valli (come la val padana) e tantissime altre zone ITALIANE.

Semmai esiste una favola che vi hanno raccontato dei signori che si sono stabiliti a roma da ormai 15 anni per "combattere roma ladrona" ed il "mafioso di arcore" salvo poi esservisi alleati in pianta stabile e aver goduto di tutti i benefici della roma tanto ladrona......
bella roba

Emiliano ha detto...

(riposto il commento, mi ero scordato di inserir il nome)
PADACHECOSA?
Non esiste nessuna "padania" (ne geograficamente tantomeno politicamente) in italia; esistono valli (come la val padana) e tantissime altre zone ITALIANE.

Semmai esiste una favola che vi hanno raccontato dei signori che si sono stabiliti a roma da ormai 15 anni per "combattere roma ladrona" ed il "mafioso di arcore" salvo poi esservisi alleati in pianta stabile e aver goduto di tutti i benefici della roma tanto ladrona......
bella roba

Emiliano

Anonimo ha detto...

DA:
La Costituzione della Repubblica Italiana

Art. 5:
La Repubblica, una e indivisibile, riconosce e promuove le autonomie locali; attua nei servizi che dipendono dallo Stato il più ampio decentramento amministrativo; adegua i principi ed i metodi della sua legislazione alle esigenze dell'autonomia e del decentramento.
...
15 ANNI DI LOTTE INUTILI, IL FEDERALISMO FISCALE ERA GIà SCRITTO NELLA NOSTRA COSTITUZIONE, ERA SUFFICIENTE APPLICARE IN TOTO L'ARTICOLO 5 ANZI TUTTI GLI ARTICOLI CHE PROMUOVONO LE AUTONOMIE LOCALI.
Leghisti avete scoperto l'acqua calda...

PADANO ha detto...

chiamatela come volete........
l'importante è che........
PADANIA AI PADANI
LOMBARDIA AI LOMBARDI

PADANO ha detto...

x anonimo
IL SAPIENTONE DI TURNO!!!!!!

Anonimo ha detto...

Siiiiiiiii...e PIRLANDIA ai PIRLA!
W l'Italia :)

FUORI I PIRLA DALL'ITALIA!!!!

Anonimo ha detto...

X Padano...

Sapientone io?
Siete VOI leghisti ad essere IGNORATI in Storia, Geografia, ecc.

Emiliano ha detto...

Già che ci siamo, MAREMMA AI MAREMMANI , giusto?

Francesco Brambilla (Italiano onesto non Segaiolo) ha detto...

quando ero un ragazzo bresciani e bergamaschi venivano a milano a fare i crumiri e mendicavano un alloggio dell'INACasa. Ora che questi ignorantelli hanno due lire in tasca dicono di voler essere padroni a casa loro. Bene, lo siano, andate fuori dalle palle da Milano e provincia... tornate nei vostri bricchi ad accoppiarvi con le pecore come avete sempre fatto...

Daniela ha detto...

Caro Poeta, la scuola pubblica dovrebbe essere apolitica così come dovrebbe essere laica. La scuola non è sede di un partito e non deve assolutamente portarne i simboli. E non è meritevole di uno stato democratico il comportamento del Sindaco, né accettabile i soldi spesi dall'amministrazione per dieci zerbini, sopratutto in un periodo in cui le famiglie si ritrovano a stringere la cinghia.

ilpoeta ha detto...

Cara Daniela, hai perfettamente ragione, ma purtroppo le cose in Italia vanno così e non vedo almeno per il momento un cambiamento positivo in futuro...vedremo

ACQUISTA LA MIA RACCOLTA DI POESIE "LA PAZZIA DELLE FOLLE" CON IL 30% DI SCONTO

DOMENICA 27 FEBBRAIO: LASCIO L'AUTO A PIEDI


'Create

ASCOLTA

ASCOLTA

ARRESTATECI TUTTI

Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica, pertanto non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. L'autore, inoltre, non ha alcuna responsabilità per il contenuto dei commenti relativi ai post e si assume il diritto di eliminare o censurare quelli non rispondenti ai canoni del dialogo aperto e civile. Salvo diversa indicazione, le immagini e i prodotti multimediali pubblicati sono tratti direttamente dal Web. Nel caso in cui la pubblicazione di tali materiali dovesse ledere il diritto d'autore si prega di avvisare via e-mail per la loro immediata rimozione.

ATTENZIONE

  1.  Adsense utilizzerà dal 9 Aprile 2009 il cookie Double Click DART che si installerà nel browser dell’utente e i dati raccolti verranno usati per ottimizzare gli annunci
  2. Gli utenti e i navigatori possono decidere di non utilizzare questo cookie andando in questa pagina e scegliendo Disabilita o Opt out (alcune volte la pagina si vede in inglese altre in italiano)
  3. Per gli annunci Adsense comunica che utilizza aziende pubblicitarie indipendenti e che i dati raccolti non includono mai nomeindirizzoindirizzo email numero di telefono.