lunedì 5 gennaio 2009

C'E' CHI SPENDE 1.000 EURO PER COMPRARE VESTITI ALL'ULTIMA MODA E CHI SI FA RICOVERARE IN OSPEDALE PER POTER MANGIARE QUALCOSA...

Cari amici, "fortuna" che in questi giorni Israele ha voluto festeggiare il nuovo anno con un pò di botti nella striscia di Gaza.
Così le prime pagine dei giornali e i primi minuti dei tg sono pieni di questa notizia.
Allo stesso tempo però ci tocca leggere e ascoltare dei favolosi saldi che sono iniziati in queste ore in tutta Italia. File chilometriche, gente entusiasta come se avesse vinto milioni di euro alla lotteria, persone disposte a spendere anche 1.000 euro per vestirsi all'ultima moda.
Chissà se tra la "legittima difesa" israeliana e i mega-saldi troverà spazio anche questa triste notizia che prendo da un'ultim'ora dell'agenzia Agr:

"Si e' fatto ricoverare cinque volte in ospedale per poter mangiare. La storia di un pensionato 63enne, che vive con poco piu' di 300 euro al mese, ha fatto mobilitare medici e infermieri dell'ospedale di Cassino che per aiutare l'uomo lo hanno ricoverato per cinque volte sebbene non avesse malattie o patologie. Ora i medici hanno lanciato un appello alle istituzioni affinche' intervengano. L'uomo, vedovo e con figli che da anni vivono all'estero, ha passato tutte le vacanze di Natale nei reparti dell'ospedale".

3 commenti:

Saamaya ha detto...

questione di latitudine e pieghe nel portafoglio.

anche a me, comunque, il ricovero del mio micione mi farà rimpiangere di essere partita nei giorni scorsi!!

progvolution ha detto...

Se per le tv questo è il miglior mondo possibile ci dev'essere un motivo....
Sussurri obliqui

ilpoeta ha detto...

@Saamaya: spero almeno che ne è valsa la pena partire...bentornata!

@Progvolution: Temo che il motivo sia più di uno...

ACQUISTA LA MIA RACCOLTA DI POESIE "LA PAZZIA DELLE FOLLE" CON IL 30% DI SCONTO

DOMENICA 27 FEBBRAIO: LASCIO L'AUTO A PIEDI


'Create

ASCOLTA

ASCOLTA

ARRESTATECI TUTTI

Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica, pertanto non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. L'autore, inoltre, non ha alcuna responsabilità per il contenuto dei commenti relativi ai post e si assume il diritto di eliminare o censurare quelli non rispondenti ai canoni del dialogo aperto e civile. Salvo diversa indicazione, le immagini e i prodotti multimediali pubblicati sono tratti direttamente dal Web. Nel caso in cui la pubblicazione di tali materiali dovesse ledere il diritto d'autore si prega di avvisare via e-mail per la loro immediata rimozione.

ATTENZIONE

  1.  Adsense utilizzerà dal 9 Aprile 2009 il cookie Double Click DART che si installerà nel browser dell’utente e i dati raccolti verranno usati per ottimizzare gli annunci
  2. Gli utenti e i navigatori possono decidere di non utilizzare questo cookie andando in questa pagina e scegliendo Disabilita o Opt out (alcune volte la pagina si vede in inglese altre in italiano)
  3. Per gli annunci Adsense comunica che utilizza aziende pubblicitarie indipendenti e che i dati raccolti non includono mai nomeindirizzoindirizzo email numero di telefono.