venerdì 9 gennaio 2009

E' IMPAZZITO PERCHE' NON POTEVA FAR ALTRO, PERCHE' GLI FACEVA TROPPO MALE ESSERE SANO DI MENTE IN UN MONDO DI PAZZI....

Cari lettori, oggi voglio ricordare un amico che ho conosciuto nel lontano 1992 mentre svolgevo il servizio civile.
Era un "matto", lui stesso amava definirsi così. Ma in fondo era molto meno "matto" di tanti pazzi che governano il mondo.
Gli dedico alcune righe di un libro di Eric Ambler, "Motivo d'allarme" del 1938, pubblicato da Adelphi nel 2006.
Peccato che non possa leggerle adesso che non c'è più; ma sono sicuro che gli sarebbero piaciute da morire...

"E' impazzito perchè non poteva far altro, perchè gli faceva troppo male essere sano di mente in un mondo di pazzi. Doveva trovarsi una via di scampo, fabbricarsi un mondo suo, un mondo in cui un uomo potesse lavorare secondo i suoi lumi, senza che nessuno glielo impedisse. La sua mente gli ha creato una realtà fittizia, e ora è felice. E' fuggito dalla follia generale nella sua follia privata..."

2 commenti:

Saamaya ha detto...

"Da vicino nessuno è normale"
F. Basaglia

ilpoeta ha detto...

Verissimo....ed aggiungo "La poesia serve per nutrire quel granello di pazzia che tutti portiamo dentro e senza il quale sarebbe imprudente vivere" F.Garcia Lorca....

ACQUISTA LA MIA RACCOLTA DI POESIE "LA PAZZIA DELLE FOLLE" CON IL 30% DI SCONTO

DOMENICA 27 FEBBRAIO: LASCIO L'AUTO A PIEDI


'Create

ASCOLTA

ASCOLTA

ARRESTATECI TUTTI

Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica, pertanto non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. L'autore, inoltre, non ha alcuna responsabilità per il contenuto dei commenti relativi ai post e si assume il diritto di eliminare o censurare quelli non rispondenti ai canoni del dialogo aperto e civile. Salvo diversa indicazione, le immagini e i prodotti multimediali pubblicati sono tratti direttamente dal Web. Nel caso in cui la pubblicazione di tali materiali dovesse ledere il diritto d'autore si prega di avvisare via e-mail per la loro immediata rimozione.

ATTENZIONE

  1.  Adsense utilizzerà dal 9 Aprile 2009 il cookie Double Click DART che si installerà nel browser dell’utente e i dati raccolti verranno usati per ottimizzare gli annunci
  2. Gli utenti e i navigatori possono decidere di non utilizzare questo cookie andando in questa pagina e scegliendo Disabilita o Opt out (alcune volte la pagina si vede in inglese altre in italiano)
  3. Per gli annunci Adsense comunica che utilizza aziende pubblicitarie indipendenti e che i dati raccolti non includono mai nomeindirizzoindirizzo email numero di telefono.